Sebbene il trend dei furti e atti criminosi di vario tipo sia in lieve calo, la regione Emilia-Romagna detiene il triste primato di 5667 reati ogni 100.000 abitanti, questo è quanto emerge da una recente statistica fatta dal Sole 24 Ore sui dati forniti dal Ministero dell’Interno relativi all’anno 2015.
Per quanto riguarda le provincie è invece Rimini a salire alla non ambita prima posizione in classifica.
Non è infatti raro imbattersi in cartelli posti sulle vetrine di attività e sui portoni di magazzini con scritto “chiuso per furto” oppure “chiuso per rapina”.
Lo strumento che offre più di un motivo per essere quello ideale per contrastare questo tipo di reati è sicuramente la videosorveglianza. Fondamentale un’analisi esperta sul posto per raggiungere la soluzione ottimale che è quella che si adatta meglio alle problematiche specifiche del luogo di installazione.
La videosorveglianza oltre ad offrire uno strumento di alta dissuasione efficace contro i potenziali criminali, permette di monitorare costantemente la situazione sul posto (anche da smartphone) e richiedere in tempi rapidi l’intervento delle forze dell’ordine.Infine, non meno importante, sarà appagato il senso di serenità grazie alla maggiore sicurezza sul proprio luogo di lavoro.
Non dimentichiamo che molte assicurazioni offrono maggiori garanzie sulla polizza sui furti e atti vandalici solo se sul posto sono installati impianti di videosorveglianza.
Comitel ha messo in campo le tecnologie più affidabili disponibili sul mercato, con telecamere adatte a tutti i tipi di esigenza e a tutti i tipi di ambiente. Abbiamo disponibili telecamere di alta qualità e per qualsiasi condizione, prodotti resistenti ai climi più rigidi, telecamere discrete per ambienti sensibili.
Contattaci senza impegno e saremo lieti di progettare insieme a te la soluzione che meglio si adatta alle tue esigenze.

Fonte: Il Sole 24 Ore