Dopo l’attacco del mese scorso basato sul ransomware Wannacry, nelle ore passate è avvenuto un altro importante attacco basato su una variante del già noto ransomware Petya / PetrWrap.

Se non si è adeguatamente protetti e con i PC in ordine le probabilità di essere colpiti sono sempre più in aumento, non importa se si è una multinazionale o un semplice utente domestico, oggi scopriamo che a causa di Petya nel padovano sono fermi ben 650 lavoratori delle linee produttive della Maschio Gaspardo, azienda che produce macchine per l’agricoltura e che fattura 300 milioni di euro l’anno. La multinazionale con sede legale in provincia di Padovaè una delle poche aziende italiane che ha deciso di denunciare pubblicamente l’attacco.

Ma non basta perché a restare coinvolto è stato anche un magazzino del colosso dei trasporti TNT. Da ieri infatti, a causa del mancato funzionamento dei sistemi informatici, sono rimasti fermi 70 autisti, 15 operatrici, 30 addetti all’assistenza e circa 80 operatori della logistica. La società sta attuando procedure di recupero e piani d’emergenza, precisando che “i servizi nazionali e regionali di TNT Express sono in gran parte operativi, ma rallentati”.

In entrambi i casi la situazione è identica: computer bloccati, impossibilità di accedere a file e cartelle e richiesta di riscatto di 300 dollari in bitcoin, la moneta elettronica che non lascia tracce rendendo impossibile risalire ai destinatari del pagamento.

Alcuni ricercatori informatici sostengono che Petya non sia propriamente un ransomware, ma si tratta di una sorta di software pensato per distruggere dati e non per bloccarli, il riscatto è stato usato per mascherare l’attacco come se fosse un ransomware, ma il pagamento della somma richiesta potrebbe non servire a nulla per le aziende, in quanto il malware è generato per distruggere per sempre le informazioni criptate.

Per questo motivo non si deve sottovalutare la sicurezza dei software aziendali: gli attacchi hacker sono sempre più frequenti e possono arrivare a condizionare gli andamenti economici internazionali senza un’adeguata protezione informatica.